goTenna, un Nuovo Cammino Verso la Connessione Universale
goTenna Telecomunicazioni Cellulare

goTenna, un Nuovo Cammino Verso la Connessione Universale

Maia Mulko
Maia Mulko

In tempi in cui essere connessi è una necessità improrogabile, una startup newyorkese propone delle tecnologie alternative per il decentramento delle telecomunicazioni, il che – come assicurato dall'azienda – potrebbe salvare delle vite durante disastri naturali o situazioni di rischio in aree remote dove non c'è la consueta copertura di rete.

L'idea è nata nel novembre del 2012, quando l'Uragano Sandy (una super tempesta di categoria 3 e la più grande dell'Atlantico, con 1850 km di diametro) ha lasciato isolate milioni di persone negli Stati Uniti avendo danneggiato, approssimativamente, il 25% delle antenne di telefonia mobile di 10 stati della Costa Orientale, secondo la Commissione federale per le comunicazioni (FCC) del paese. L'uragano ha, inoltre, provocato delle considerevoli interruzioni di elettricità e Internet.

È stato in quel momento che Jorge e Daniela Perdomo, i fratelli brasiliani che hanno fondato goTenna a Brooklyn, hanno deciso di individuare soluzioni di connessione indipendenti sia dalle antenne di telefonia mobile che dal wifi, e persino dai satelliti. Si tratta della rete mesh, una struttura LAN basata sui nodi che fungono da “router” e che si connettono tra di loro direttamente e dinamicamente, senza nessun tipo di organizzazione gerarchica, in modo che siano indipendenti gli uni dagli altri (infatti non c'è un nodo centrale). In questo modo, se un nodo non funziona, il messaggio si reindirizza al prossimo nodo disponible, senza interrompere né ricominciare il processo telecomunicativo. Il risultato è una rete estremamente affidabile, che non è comunemente usata a causa degli alti costi della sua infrastruttura e per la complessità dei dispositivi con essa compatibili.

Annuncio

Web Analytics senza l'uso di cookie che protegge la privacy


goTenna è un'azienda focalizzata sullo sviluppo di dispositivi portatili che semplifichino le cose in tale direzione. Non solo sono più leggeri, ma anche più economici e facili da usare rispetto ad altre apparecchiature che utilizzano le reti mesh.

Uno di questi è il goTenna Pro, venduto in coppia affinché almeno due persone lo colleghino al proprio smartphone tramite Bluetooth. In seguito, attraverso un'applicazione gratuita e intuitiva sia per Android che per iOS, gli utenti possono “abbinare” i loro dispositivi per ottenere una comunicazione Point-to-Point, quasi come i classici walkies-talkies o gli handies, ma solo con messaggi di testo (completamente gratuiti) in un raggio d'azione da 15 a 80 chilometri, dato che il goTenna impiega onde radio di frequenza altissima per stabilire la connessione e la conseguente rete mesh.

La variabilità della portata è dovuta alle interferenze che possono esistere nell'ambiente, ragion per cui questi dispositivi funzionano indubbiamente meglio negli spazi aperti piuttosto che in città o in altri luoghi affollati. Così, in pratica, i prodotti di goTenna non solo fungono da metodo comunicativo di emergenza in situazioni critiche (è utilizzato molto dai pompieri o dal personale di soccorso) ma anche per riunire gruppo di scalatori, escursionisti, amici nei festival musicali o in altri grandi eventi in cui i segnali sono intasati. Addirittura, potrebbero essere il mezzo di comunicazione primario nelle zone sprovviste totalmente di copertura mobile e/o Internet.

goTenna Mesh consente agli escursionisti di comunicare tra loro. Fonte: goTenna

Vengono usati anche nell'esercito durante operazioni tattiche in ambienti ostili, e per garantire l'accesso da remoto ai dati o mantenere aperte le linee di comunicazione delle aziende quando ci sono interruzioni di servizi, scongiurando grandi perdite economiche.

Non richiedendo l'intervento delle antenne tradizionali, i dispositivi goTenna garantiscono la connesione quando questi segnali non sono presenti o sono troppo deboli e/o inefficaci. Il suo sistema di reinvii continui permette di assicurare la spedizione e la ricezione di messaggi di testo estremamente cifrati tra due persone o in gruppi fino a un massimo di sei, e condividere la posizione e i percorsi di ognuno con mappe offline (nella versione plus avviene automaticamente ogni uno, cinque o dieci minuti, a seconda della configurazione). Il dispositivo si carica in solo tre ore e la batteria dura tra le 9 e le 27 ore (in base al modello).

Ma che succede se ci troviamo al di fuori del raggio menzionato? Anche qui entra in azione la topologia della rete mesh: i goTenna sono progettati per usare come nodi altri utenti che abbiano il dispositivo connesso, in modo tale che il messaggio possa “saltare” dall'uno all'altro fino ad arrivare al destinatario originale. La stessa cosa vale nel caso in cui la comunicazione incontri ostacoli concreti lungo il cammino; se può aggirarli ricorrendo a un altro nodo per riprendere il “viaggio”, lo farà. Inoltre, nella versione plus, si possono contattare persone che si trovano al di fuori della rete, utilizzando come nodi le persone che hanno il segnale di telefonia mobile per rispedire il messaggio sotto forma di SMS al destinatario desiderato.

goTenna Mesha si trova sulla nostra pagina dei nuovi prodotti. Consultali qui

Ricevi uno sconto di 20$ per l'acquisto di dispositivi goTenna Mesh. (Link di riferimento Si applicano i termini, possibilità di sostituzione).

Annuncio

Upcloud: I server più veloci del mondo. Ricevi un credito di $25 USD. (Soggetto a termini e cambiamenti)



Join the conversation.


© 2021 Terraflow LLC - Information - Series 2. Tutti i diritti riservati. Il contenuto e le rappresentazioni su questo sito sono solo a scopo informativo e non saranno considerati consigli di investimento, consulenza legale, consiglio medico, o sollecitazioni a investire.